‘900 Sguardi

Le opere letterarie tradotte ci arrivano filtrate dallo sguardo dell’altro, quello del traduttore che è stato prima lettore poi scrittore. Certo possono essere guardate come opere di letteratura in generale. Ma la letteratura tradotta ha le sue specificità. Così gli studenti del Corso di laurea magistrale in Scienze linguistiche letterarie e della traduzione dell’Università di Roma Sapienza provano ad applicare questa “conversione dello sguardo”, che si dice necessaria per leggere non più un’opera straniera in italiano ma una traduzione.

 

Martine Van Geertruijden, Dipartimento di Studi Europei Americani e Interculturali, Sapienza Univ. di Roma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi